CON GARANZIA COFIDI.IT finanziamenti bancari con le AGEVOLAZIONI DEL TITOLO II – Regione Puglia

CON GARANZIA COFIDI.IT finanziamenti bancari con le AGEVOLAZIONI DEL TITOLO II – Regione Puglia

 

 

 

 

 

 

Le imprese possono presentare  un programma di investimenti  per la realizzazione  di un impianto di produzione di energia rinnovabile come unico intervento e con fondo perduto.

Con COFIDI.IT le imprese pugliesi hanno una doppia opportunità per l’accesso al credito agevolato del  TITOLO II capo 3 e capo 6 della Regione Puglia che favorisce lo sviluppo delle attività economiche delle Pmi:  COFIDI.IT puo’ garantire i finanziamenti bancari oppure erogare direttamente il finanziamento stesso all’impresa con tutti i vantaggi previste dalle agevolazioni regionali del TITOLO II. 

Attraverso COFIDI.IT le imprese possono presentare domanda per ottenere i finanziamenti agevolati dal Titolo II per progetti d’investimento di importo minimo di € 30.000  ed usufruire della garanzia di COFIDI.IT per gli Aiuti stessi del Titolo II per lo sviluppo della propria attività imprenditoriale anche per il settore Turistico – alberghiero, con il contributo a FONDO PERDUTO al 35% per piccole imprese e al 30% per medie imprese e con il rimborso degli interessi, dei costi bancari e del costo COFIDI.

COFIDI.IT  può  anche erogare direttamente finanziamenti alle imprese in abbinamento con il TITOLO II Capo 3 e Capo 6 Aiuti agli investimenti delle PMI pugliesi perché abilitato, quale CONFIDI VIGILATO, a presentare le domande di agevolazione al pari dei soggetti finanziatori per conto dei soggetti interessati, fino a e € 100.000 alle PMI pugliesi, con la copertura del Fondo centrale di Garanzia   tasso previsto è fisso tra il 4% e il 6% -  durata fino a 7 anni (Es.  finanziamento: € 50. 000 a 7 anni  TAN 4% - TAEG  4,73 % )  ed offre consulenza e rendicontazione alla Regione Puglia pre e post progetto.  Tra le novità previste a marzo dalla delibera approvata dalla Giunta regionale pugliese, per la prima volta le imprese possono presentare un programma di investimenti che preveda la realizzazione di un impianto di produzione di energia da fonte rinnovabile, come unico intervento e con fondo perduto.

E’ possibile installare all’interno dell’azienda impianti eolici, solari (con tutte le tecnologie), macchine frigorifere a fonte geotermica (refrigeratori o pompe di calore) e impianti di produzione di energia termica o elettrica a biomasse (liquide, solide o gassose).   Nel caso di finanziamento garantito, la Regione ha previsto un incremento della percentuale d’intensità dell’agevolazione; l’esl (equivalente sovvenzione lorda) dell’aiuto viene considerato e valutato oltre i limiti del 35% per le medie imprese e del 45% per le piccole.  Le percentuali del contributo totale aumenterebbero così di 10 punti percentuali per le medie imprese e di 15 punti per le piccole imprese; Con il Titolo II Capo 3 possono essere agevolate anche  le Pmi che si occupano del “trattamento che precede lo smaltimento dei rifiuti non pericolosi speciali solidi o non solidi” e dello smaltimento dei rifiuti di amianto. Tra le altre, sono agevolabili anche le spese per i sistemi di accumulo integrati dell’energia (storage) e per la realizzazione di stazioni di ricarica di veicoli elettrici e ibridi ad uso esclusivo delle imprese che propongono il progetto.  Le nostre filiali e sportelli sono a disposizione per informazioni e consulenze in merito.